Istituto di Istruzione Superiore G. Cardano
Via G. Natta, 11 - 20151 Milano
Tel: 02 38007204 - Fax: 02 33402739
E-mail: info@iiscardano.gov.it - PEC: miis023008@pec.istruzione.it
C.M. MIIS023008 - Codice Univoco: UFWH6W

Accompagnamento allievi adottati

Il docente tutor per l’adozione – A.S. 2017/2018

Referente: prof. Giorgio Cavalli (docente tutor per l’adozione)

Riceve su appuntamento il venerdì dopo le 11.10

Con il progetto “Sportello famiglie e docenti per il successo formativo degli allievi adottati e in affido”” l’Istituto Cardano intende attuare le linee guida del MIUR (dicembre 2014) a favore del diritto allo studio degli alunni adottati. E’ istituita la figura del docente tutor per l’adozione”, col compito di mettere in atto le buone pratiche di integrazione e sostegno per gli studenti che abbiano manifestato difficoltà riconducibili direttamente o indirettamente al loro vissuto adottivo e di favorire il successo scolastico. Destinatari del progetto sono le famiglie adottive e i loro figli.

Il docente tutor per l’adozione, su richiesta delle famiglie interessate e secondo i bisogni espressi da ogni singolo alunno, potrà mettere in atto le seguenti azioni:

  • Incontrare singolarmente le famiglie adottive che lo richiedono e fornire informazioni circa l’offerta formativa della scuola per quanto riguarda ogni tipo di supporto che si ritenga utile.
  • Rendersi disponibile all’ascolto dei bisogni espressi dalle famiglie e dagli stessi studenti con storia adottiva e farsene interprete presso docenti e presidenza.
  • Favorire l’integrazione e il successo scolastico anche attraverso forme personalizzate di aiuto allo studio o di rafforzamento linguistico mediante l’utilizzo delle risorse reperibili nella scuola.
  • Collaborare con i consigli di classe e i coordinatori nella predisposizione di piani didattici personalizzati (PDP) per far fronte alle difficoltà di apprendimento o al disagio relazionale di quegli studenti per i quali famiglia e docenti lo ritengono utile.
  • Individuare, con il Dirigente Scolastico e i coordinatori, la classe e l’orientamento più adeguati per l’integrazione e il successo scolastico e, dopo aver ascoltato le osservazioni della famiglia adottiva, definire con loro tempi e modi per i nuovi inserimenti.
  • Avvalersi, previo consenso della famiglia, della rete di soggetti sociali che si è costituita intorno alla prassi adottiva dell’alunno: i servizi sociali, l’Ente Autorizzato che ha curato l’adozione o eventualmente anche l’associazione familiare a cui la famiglia liberamente facesse riferimento.
  • Predisporre per i docenti che lo richiedono strumenti formativi di conoscenza delle dinamiche relazionali, psicologiche, sociali e giuridiche legate alla complessità dell’esperienza adottiva.

 

Le linee di indirizzo predisposte dal MIUR sono visionabili al link sottostante

LINEE DI INDIRIZZO PER FAVORIRE IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI ADOTTATI (MIUR, Dicembre 2014)